LA PROFESSIONE DI GUIDA TURISTICA

La professione della guida turistica appare a Barcellona nel 1952, per il Congresso Eucaristico, quando il governo crea il primo esame per abilitare alle future guide turistiche professioniste.
In Catalogna, la attivitÓ della Guida Turistica Ŕ regolata dal decreto 210/1989, modificato successivamente dal decreto 5/1998 del 7 gennaio.
Ver texto Ýntegro del Decreto

DEFINIZIONE

La attivita della Guida Turistica Ŕ quella il cui obiettivo Ŕ la prestazione abituale e retribuita di servizi di informazioni in materie culturali, artistiche, storiche, geografiche ed ecologiche, presentate ai turisti nelle sue visite con l'obiettivo di inrormarli delle risorse turistiche.
(Fonte: Articolo 1 del decreto 5/1998)

ABILITAZIONE DELL'ATTIVIT└

Le attivitÓ come Guida Turistica che si sviluppano con visite ai recinti di musei, monumenti e complessi storici, richiedono un'abilitazione, rilasciata dalla Generalitat della Catalogna, e il suo esercizio Ŕ esclusivamente competenza delle persone abilitate.
(Fonte: ArtÝcolo 2 del Decreto 5/1998)

AMBITO DELL'ABILITAZIONE

I monumenti e i complessi storici dentro dei quali Ŕ imprescindibile avere l'abilitazione sono quelli dichiarati beni culturali d'interesse nazionale per il Dipartimento di Cultura. I musei dentro dei quali e imprescindibile disponere dell'abilitazione sono quelli iscritti nel Registro dei Musei della Catalogna.
(Fonte: ArtÝcolo 3 del Decreto 5/1998)

COME OTTENERE L'ABILITAZIONE

Per ottenere l'abilitazione da guida turistica della Catalogna, Ŕ necessario superare un esame che si convoca periodicamente dalla Generalitat ad avere i seguenti requisiti.
Avere la nazionalitÓ di un paese dell'Unione Europea o di un paese associato all'Accordo dello Spazio Economico Europeo o di un paese con reciprocitÓ con la Spagna in questa materia.
Avere un diploma universtario in turismo o una laurea universitaria o avere passati un ciclo superiore di formazione professionale nella specialitÓ di informazione e commercializzazione turistica.
Nel casi di titoli di studio stranieri, bisogna apportare la corrispondente omologazione del Ministero di Educazione e Scienza.
Conoscenza del catalano e dello spagnolo, che si deve dimostrare durante l'esame, nelle forme e contenuti stabiliti dal decreto.
(Fonte: ArtÝcoli 4,6 e 9 del Decreto 5/1998)